Storie, luoghi e persone che accendono la passione per l'auto

Fiat Tipo: la storia dell’utilitaria e i modelli iconici

La Fiat Tipo ha scritto un capitolo importante nella storia dell’automobilismo italiano. Dopo la 500 negli anni ’60 e la Panda in quelli ’70 e ’80, serviva una compatta che sostituisse la Ritmo e che potesse competere con le rivali del segmento C: Lancia Delta, Ford Escort, Opel Kadett e Renault 19. Così nel 1987cominciò a prendere forma il progetto interno Tipo Due, che indicava una collocazione precisa tra un’auto Tipo Uno (la Fiat Uno) e Tipo Tre (la Tempra). Il debutto avvenne nel 1988 e l’anno successivo la Tipo vinse il premio come auto dell’anno.

Leggi tutto

Le icone dei 110 anni di Alfa Romeo

Alfa Romeo è un marchio dal pedegree sportivo e forte di una storia secolare. Le sue auto da corsa sono state utilizzate da Enzo Ferrari, hanno partecipato e vinto nei campionati più prestigiosi di tutto il mondo, e ad oggi, nel 2021, Alfa ha un team in Formula Uno.

Bugatti Atlantic: un’opera d’arte in due esemplari

La maggior parte delle persone associa Bugatti alla Veyron, alla Chiron, ad auto mostruosamente veloci che nelle ultime due decadi si sono ritagliate un posto importante nel segmento delle hypercar, con la nome di “auto più veloci del mondo”. In realtà Bugatti è un marchio che risale ai primi anni del Novecento. Fondata nel 1909 dall’italiano Ettore Bugatti, diete vita a numerose vetture da corsa prima della guerra, e soprattutto mise alla luce la leggendaria Atlantic.

La Lancia Delta HF Integrale: l'evoluzione di un mito

La Delta Integrale è stata - ed è tutt’ora - un mito per ogni ragazzone nato dell’era d’oro dei rally. Ricordo ancora quando avevo quattordici anni e le “Deltone” giravano per strada tra i comuni mortali con la stessa frequenza con cui oggi vediamo circolare i monopattini elettrici.

La cucina tradizionale bavarese

Viaggiare è assaggiare: la cultura passa anche e soprattutto dal cibo, e Monaco di Baviera non fa eccezione. La sua cucina tipica è storica e “del popolo”, influenzata in parte però anche dalla famiglia reale dei Wittelsbach, che portò un tocco di raffinatezza nei piatti locali. Carni e pani la fanno da padroni, ma anche zuppe, primi piatti e contorni.

Leggi tutto