• volkswagen id4 gtx rossa 4
  • volkswagen id4 gtx rossa 10
  • volkswagen id4 gtx rossa 6
  • volkswagen id4 gtx rossa 2
  • volkswagen id4 gtx rossa 1
  • volkswagen id4 gtx rossa 3
  • volkswagen id4 gtx rossa
  • volkswagen id4 gtx rossa 5
  • volkswagen id4 gtx rossa 7
Test-drive

Volkswagen ID.4 GTX: provata la SUV elettrica sportiva da 299 Cv

di Francesco Neri
17-Dic-2021

“GTX”, abituatevi a questa sigla, perché sarà quella che contraddistinguerà le sportive 100% elettriche di Casa Volkswagen, proprio come la GTI distingue le sportive termiche, GTD le diesel e GTE le ibride. La Volkswagen ID.4 GTX è la prima a vantare questa sigla (la prossima sarà la ID.5), e grazie ai suoi due motori elettrici sviluppa 299 Cv di potenza, messi a terra da una trazione integrale gestita dall’elettronica. Sappiamo già che le auto elettriche sono capace di ottime prestazioni, specialmente quando si tratta di ripresa, ma la GTX sarà un’auto divertente da guidare? Siamo qui per scoprirlo.

La GTX

Basata sulla SUV elettrica ID.4 (la cui top di gamma ha la 204 Cv e la trazione posteriore), la GTX vanta un motore anteriore aggiuntivo che consente la trazione integrale e 299 Cv di potenza, con una coppia di 162 Nm erogati dal motore anteriore e di 310 Nm erogati da quello posteriore. Il taglio di batteria è lo stesso, 77 kw/h, ma l’autonomia totale nel ciclo WLTP va a favore della ID.4 che raggiunge i 522 km contro i 480 km della più potente - e pensante - GTX.

Dove la GTX vince è nelle prestazioni: 0-100 km/h in 6,2 secondi (contro gli 8,5) e 180 km/h di velocità massima (limitati) invece di 160 km/h.
Esteticamente la GTX distingue dalla ID.4 per degli elementi specifici, come delle parti della carrozzeria verniciate (invece che nere), componenti dedicati come le prese d’aria dal design aggressivo, spoiler e alloggio dei fari in nero lucido.

Nell’abitacolo spiccano invece i sedili sportivi con impunture a vista in ecopelle e il volante sportivo con logo GTX, che ritroviamo anche sul battitacco.
Il bagagliaio invece non cambia di una virgola rispetto a quello della ID.4, e ha una capacità di 543 litri,1575 litri ribaltando i sedili.

Ma la ID.4 GTX non è solo più potente: gli ingegneri Volkswagen hanno voluto lavorare di fino, cercando di renderla più divertente e appagante da guidare.

Per rendere l’auto più affilata, è stata introdotta una taratura specifica sospensioni adattive che abbassano l’auto di 1 cm e lo sterzo servoassistenza progressiva.

Ma non solo: è stata aggiunta una centralina che gestisce al meglio la collaborazione tra motore, trazione integrale, e controlli, in modo da lasciare l’auto più libera di muoversi - e il pilota libero di giocare - e che fornisce una dinamica di guida più appuntita e precisa quando si forza il ritmo.

tra le curve

Tutto questo si traduce in divertimento alla guida? Ebbene, sì. La ID.4 GTX non riesce a nascondere il suo peso da SUV elettrica (è lunga 4,58 metri e pesa più di due tonnellate), ma la trazione integrale “sveglia” e le sospensioni adattive ben tarate la rendono sorprendentemente agile e reattiva. Lo sterzo è bello pieno e sufficientemente comunicativo, e la spinta del motore violenta e istantanea è più che sufficiente a strappare un sorriso. I controlli elettronici non si possono disinserire del tutto, ma in modalità “Sport” sono abbastanza permissivi da lasciare muovere l’auto quanto basta, e da poter uscire dalle curve in lievissimo sovrasterzo. Si percepisce proprio la potenza che viene trasferita alla ruota posteriore esterna in uscita di curva, così il muso resta ancorato a terra, pronto per entrare in curva bello “carico” e aiutato dal potente freno motore regenerativo di questa modalità di guida.

È divertente lanciarla in curva, si muove, è viva: non sarà leggera come una compatta sportiva, ma considerando i limiti dell’elettrico, è davvero un buon risultato.

Anche in modalità Sport l’auto non è mai rigida e lo sterzo non è troppo pesante o finto, mentre se si passa alle modalità Comfort o Eco, l’assetto si smolla parecchio (a patto di avere le sospensioni adattive), il freno motore scompare e lo sterzo diventa molto leggero e poco sensibile. Insomma, le sue doti da comoda auto da tutti i giorni non vengono intaccate in nessun modo dall’assetto.

Prezzo e dotazione

I prezzi della ID.4 GTX partono da 56.850 euro, con una dotazione di serie molto completa e che comprende: fari posteriori a LED con design “a pixel 3D”, quelli anteriori Matrix LED, il clima bizona, caricatore wireless del telefono, schermo touch da 10” con navigatore Discover Pro, sedili anteriori riscaldabili, cerchi da 21” e ambient light interno con 30 colori.